Tuesday, 26 February 2013

Oh Ben, perchè sei tu Ben?

Oggi sono qui per parlare di un argomento serissimo e di fondamentale importanza per il benessere della popolazione mondiale.


La sottoscritta ha una nuova celebrity crush. 
Come è potuto succedere? Io sono immune a questo genere di cose.

Il fortunato individuo che da qualche settimana è oggetto dei miei più ardenti sentimenti di amore è lui, l'affascinante inglesino dai lineamenti delicati: Ben Whishaw.

Il bel Ben aveva già solleticato i miei sensi di ragno in tempi non sospetti.
Un paio di anni fa vidi per la prima volta Bright Star e rimasi impressionata dall'attore che intepretava John Keats: il nostro Ben, appunto.
A dimostrazione della mia early affection porto questa immagine, che dimora nel mio pc da millemila anni.



Per qualche oscuro motivo ai tempi non feci alcuna ricerca sugli attori protagonisti, e la storia per il momento finì così.


Qualche settimana fa mi sono decisa a colmare una gravissima lacuna recuperando quel gioiellino televisivo che è The Hour.
Come accade solitamente con ogni serie britannica durante la visione i primi due episodi della prima stagione ho giocato a "dove ho già visto questo attore inglese dal viso familiare?", con ahimè scarsi risultati.

Alla fine ho avuto un'epifania: Freddie Lyon era John Keats.

Subito mi sono fiondata su imdb, con l'intenzione di scoprire il più possibile sull'aitante inglesino.
In meno di una settimana ho guardato Skyfall, Cloud Atlas e persino le due ore e ventuno minuti di The Hollow Crown, che vedono Ben nei panni di Riccardo II.

Ora cederò il posto alla fangirl in me, che ci tiene a condividere alcune numerose foto di Ben Whishaw, a dimostrazione che 1. Ben è un bell'uomo; 2. ha degli occhi da paura; 3. i suoi capelli sono la cosa più bella del mondo; 4. Ben è un bellissimo uomo e così via.


Q (Skyfall)
Robert Frobisher (Cloud Atlas)
Freddie Lyon (The Hour)
Richard II (The Hollow Crown)

Infine, proprio per non farci mancare niente, ecco il nostro Ben nei panni di Georgette, nel film Cloud Atlas. Leggermente inquietante, vero?



2 comments:

  1. Lui piace un sacco pure a me! Però è un po' troppo gracilino, mi dà l'idea che appena lo prendi per un braccio si frantuma tipo porcellana al suolo XD

    ReplyDelete
  2. Meraviglioso è dire ancora il meno per questa teofania vivente.

    ReplyDelete